Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Il Barca a chilometro zero

Non che prima mi mancassero gli argomenti. Ma adesso conosco la risposta definitiva a chi mi domanda la ragione della mia passione per il Barca. Domenica scorsa, uscito Dani Alves per infortunio al 13°del primo tempo e subentrato Montoya, il Barcellona ha giocato e vinto 4-0 a Valencia sul campo del Levante con undici giocatori del vivaio su undici. Più Tito Villanova in panchina, a sua volta allenatore autoctono, o a chilometro zero se preferite.

Ricordo che una delle volte in cui qualcuno mi propose una carriera da dirigente (sempre respinti con perdite perchè non sarebbe stato il mio mestiere), risposi che l'unico progetto che mi avrebbe affascinato sarebbe stata, ovviamente nel tempo, una squadra interamente fatta in casa. Fui preso ovviamente per matto, e congedato con un pizzico di curiosità e una tonnellata di commiserazione. Oggi non solo quella squadra esiste, ma è anche la più forte del mondo. E tra le più grandi di tutti i tempi.

Non so quanto potrà durare a questi livelli, perchè non da tutte le covate si schiudono pulcini come Messi, o come Xavi, o come Iniesta. Ma un sacco di ragazzi di talento, cresciuti con quella filosofia di calcio, già premono alle spalle dei grandi. A me sinceramente sembra una favola. Anche se capisco che un ampio dibattito sulla moviola in campo ha tutt'altro spessore culturale.

  • eromalw |

    il “fallo” ascellare , sempre porno è, ma mi risulta che l’ascella compaia alla fine del fianco e finisca all’inizio del braccio . Se un’ascella avesse le dimensioni di un pallone da calcio vivremmo in un mondo di hulk. Quindi quello era o no rigore a seconda della fede calcistica.
    D’accordissimo. Le polemiche non se ne andrebbero con la moviola’n’gambo. Ma solo per le ultime giornate e per quel di cui più si è discusso (quindi esclusi gli errori riguardanti squadre non titolate, sui giornali)cito , così a memoria e a vanvera: catania-juve, juve inter, inter-catania, lazio-parma(di cui guarderei anche il “fallo” di Mauri , una persona che è stata in galera , che ha un conto svizzero cifrato e gioca tranquillamente).
    Aggiungete voi altri fatti che han fatto gridare allo scandalo 5” dopo l’accaduto. Ecco: tolti quelli resta ancora materia su cui discutere. Ci possiamo sempre divertire, dire che l’arbitro non l’ha vista giusta, ma almeno potremmo rispettarlo.

  • wlamore |

    Ricordo un gol dell’Inter annullato per fuorigioco di Bicicli che stazionava nella lunetta del corner…
    Ribadisco la posizione dei piedi . E’ la più facilmente definibile. Se vogliamo , entrambi i piedi. Ma qui si ritorna al naso e al porno. In casi dibattuti decide l’arbitro e faremo polemica . Ma almeno sulle cose evidenti non ci sarà storia. Un piede a terra oltre l’ultimo piede a terra del difensore ed è fuorigioco.

  • massimo |

    gent.wdirittoerovescio,
    i direttori di gara sono in campo perchè i giocatori non sono angeli,in caso contrario sarebbe superflua la loro presenza.
    la moviola in campo non sopirebbe minimamente le polemiche:per scusare una sconfitta o una vittoria giocatori,allenatori e dirigenti,negerebbero l’evidenza dei fatti anche se “moviolati”;a tal proposito ti invito ad ascoltare galliani sul fallo “ascellare” di isla e ventura sull’intervento “sul pallone” di glick…
    cordialmente,
    maxx

  • ajo |

    A proposito del milan, trovo interessanti le dichiarazioni di Galliani su El Sharawi-Neymar. Soprattutto penso al fatto che certi giocatori hanno un costo, elevato finchè vuoi, ma con i soldi si fa tutto. Quindi non mi stupirei se il signor B. si portasse a casa il brasiliano, certo con una spesa (sulla carta) bassissima, paragonabile all’acquisto di Ibra, acquistato per un tozzo di pane con la formula del prestito, quando squadre come il City facevano carte false per averlo…
    O come Nocerino, per non tornare all’affare Lentini.

  • redgrey |

    @MarcoT.
    Interessante la storia del fuorigioco. La distinzione tra attivo e passivo fu introdotta per evitare partite tatticamente esasperate con decine di fuorigioco per parte che continuamente spezzettavano il gioco.
    Tipico esempio la finale di coppa intercontinentale tra Milan di Sachhi e Nacional Medellin (1-0, Evani su punizione).
    Io ricordo la partita come noiosissima, anche se tatticamente giocata benissimo da entrambe le squadre.

  Post Precedente
Post Successivo