Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Marotta, travolto da improvviso benessere.

Vedo, cari ragazzi, che Catania vi ha arrapato e una volta di più invidio la vostra gioventù. Mi spiace soltanto che nessuno abbia colto il nocciolo vero della questione, perfettamente illustrato sul Corriere da Paolo Casarin, prima buon arbitro anche se (parere mio) non eccezionale, poi bravissimo dirigente arbitrale, anzi di gran lunga il migliore che ricordi. Osserva il mio amico Paolo che dopo un buon debutto da consulenti, i giudici di fondo campo si sono allargati e oggi vogliono a loro volta fare i protagonisti. Con esiti discutibili per quanto riguarda le loro valutazioni: ma decisamente nefasti per la leadership dell'arbitro centrale che è sempre meno autonomo e di conseguenza meno autorevole.

Ma questa è una riflessione da grande competente, difatti è di Casarin, non mia. Io che volo più basso mi diverto in questi casi a cogliere i lati comici della vicenda. Ed essendo Pulvirenti un comico di professione, mi dichiaro affascinato da Marotta che sta da qualche tempo bruciando le tappe. Domenica è riuscito a dire che sì il gol del Catania era regolare, ma la Juve avrebbe vinto comunque (effettivamente pareggiando – a quel punto- con un gol in fuorigioco si poteva fare.) L'indomani ha aggiunto che prima o poi a tutti tocca un errore arbitrale, per esempio la Juve era stata penalizzata nel campionato scorso.

Dopo una vita da bravo dirigente di provincia (calcistica),  spesa a far quadrare i pochi errori a favore con i più numerosi torti a vantaggio delle grandi, Marotta è con tutta evidenza travolto da improvviso benessere arbitrale. Un caso umano, uno tra i tanti.

 

 

  • LAX |

    che calcio sarebbe senza errori arbitrali!?

  • the quiet man |

    Si, esemplare. Del brodo di coltura di cui al topic precedente.

  • matteo75 |

    http://www.ju29ro.com/terzo-anello/4465-spirito-olimpico-5-tanta-voglia-di-1998.html
    il pezzo di Incandenza, esemplare

  • the quiet man |

    Segnalo, off topic ma non troppo, la bella intervista di Mura a Sandro Mazzola per i suoi settant’anni. Interessante non solo per gli interisti e piena di aneddoti per me inediti. Su Repubblica anche se temo sia tardi. Scusate ma io i quotidiani ho tempo a leggerli solo ora.

  • matteo75 |

    perdonate la ripetizione, non so cos’è successo

  Post Precedente
Post Successivo